Direttore Sanitario: Dott.ssa Antonella Paolucci

Orario apertura : Lun-Ven / 9:00-20:00
  Contatti : 0744.431025

Spalla Congelata (Capsulite Adesiva)

  1. Di cosa si tratta?

La “spalla congelata”, chiamata anche “capsulite adesiva”, provoca dolore e rigidità della spalla che con il passare del tempo porta ad una spalla rigida molto difficile da muovere. Questa patologia si verifica in circa il 2{5d7bbbd852f2368457baf8f471d39d55cd6c85bad53171298f82f9ab99eb9024} della popolazione generale. Colpisce di solito le persone tra i 40 ei 60 anni, e si verifica maggiormente nel sesso femminile. Sono fattori di rischio della patologia: Diabete, ipotiroidismo, ipertiroidismo, malattia di Parkinson e malattie cardiache. Può insorgere inoltre dopo immobilizzazione della spalla per un lungo periodo di tempo a causa di un intervento chirurgico, una frattura o un’altra causa.

  1. Come influenza la mia vita quotidiana?

Questa patologia influenza molto la vita di tutti i giorni, andando ad interferire in maniera importante con la qualità di vita del paziente impedendogli di svolgere anche le attività più semplici. Il dolore da spalla congelata è di solito sordo. È tipicamente peggiore all’inizio del corso della malattia e quando si comincia a muovere il braccio. Il dolore si localizza solitamente sulla zona esterna della spalla e, talvolta, si irradia verso il collo.

  1. Esistono trattamenti conservativi?

La spalla congelata generalmente migliora nel tempo, anche se la guarigione può richiedere fino a 3 anni. Il focus del trattamento è quello di controllare il dolore e ripristinare il movimento e la forza attraverso la terapia fisica. Più del 90{5d7bbbd852f2368457baf8f471d39d55cd6c85bad53171298f82f9ab99eb9024} dei pazienti migliora con trattamenti relativamente semplici per controllare il dolore e ripristinare il movimento. Farmaci antinfiammatori non steroidei come l’aspirina e l’ibuprofene riducono il dolore e il gonfiore. Il cortisone è un potente farmaco antinfiammatorio che viene iniettata direttamente in articolazione. Esercizi specifici contribuiranno a ripristinare il movimento. Questi possono essere svolti sotto la supervisione di un fisioterapista o tramite un programma domiciliare. La terapia comprende stretching ed esercizi di movimento per la spalla.

  1. È necessario l’intervento chirurgico?

Se i sintomi non vengono alleviati dalla terapia e dai farmaci antinfiammatori, si potrà discutere di intervento chirurgico. L’obiettivo della chirurgia per le spalle congelate è quello di allungare e rilasciare la capsula articolare rigida. I metodi più comuni includono la manipolazione in anestesia e l’artroscopia della spalla. In molti casi, la manipolazione e l’artroscopia vengono utilizzati in combinazione per ottenere risultati eccellenti.