Direttore Sanitario: Dott.ssa Antonella Paolucci

Orario apertura : Lun-Ven / 9:00-20:00
  Contatti : 0744.431025

Sindrome Retto-Adduttoria (pubalgia)

  1. Di cosa si tratta?

La Sindrome Retto-Adduttoria, anche conosciuta come Pubalgia o Sports Ernia è una condizione patologica dei tessuti molli (muscoli, tendini e legamenti) dei quadranti inferiori dell’addome o della zona inguinale; questa patologia è spesso frequente negli sport che richiedono improvvisi cambi di direzione e movimenti rotatori.

  1. Come influenza la mia qualità di vita?

Questa patologia in genere causa dolore nella regione inguinale acuto al momento della lesione. Il dolore migliora col riposo funzionale e ritorna alla ripresa dell’attività sportiva specialmente durante i movimenti rotatori. In genere non è visibile un rigonfiamento nella zona inguinale anche se nel tempo può esitare in un’ernia inguinale a causa della pressione esercitata dagli organi addominali sui tessuti molli indeboliti. Senza trattamento, questa condizione può diventare cronica e può impedire la ripresa dell’attività sportiva.

  1. Quali sono i possibili trattamenti conservativi?

Il trattamento conservativo si articola in 4 categorie: Riposo, fisioterapia, terapia medica ed infiltrazioni locali. Il riposo va osservato per almeno 10 giorni dopo il trauma ed associato a crioterapia. La fisioterapia, da iniziare almeno 2 settimane dopo il trauma prevede esercizi per migliorare la forza e l’elasticità dei muscoli addominali e della regione interna di coscia.  L’ultima linea della terapia conservativa è rappresentata da FANS e dalle infiltrazioni locali di corticosteroidi.

  1. È necessario l’intervento?

In caso di fallimento della terapia conservativa viene preso in considerazione l’intervento chirurgico di riparazione della struttura danneggiata, che può essere effettuato per via tradizionale o endoscopica. In alcuni casi vengono effettuate anche delle procedure associate come la tenotomia adduttoria al pube per ampliare l’arco di movimento senza tensione.