Direttore Sanitario: Dott.ssa Antonella Paolucci

Orario apertura : Lun-Ven / 9:00-20:00
  Contatti : 0744.431025

obesità

PRENOTA LA TUA VISITA CON IL DR. AMILCARE PARISI

Privacy Policy

Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa ai sensi del Decreto Legislativo 196/2003 e del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 Aprile 2016 (GDPR)

Autorizzo il "Centro prevenzione donna" ed i suoi partner al trattamento dei miei dati personali per attività promozionali, pubblicitarie e di marketing dei propri prodotti e servizi

L’obesità rappresenta oggi una vera emergenza sanitaria. Definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) l’“epidemia del XXI secolo”, affligge circa 310 milioni di individui nel mondo con più di 1 miliardo di persone sovrappeso (Obesity Task Force).

Negli USA ha un’incidenza pari a circa il 25-30% della popolazione generale. In Italia questa raggiunge il 12-15% della popolazione e dati recenti indicano un trend in aumento dell’incidenza di obesità severa nella popolazione adulta portando l’obesità patologica come il terzo obiettivo del Piano Sanitario Nazionale. Le ricadute di questa epidemia sul piano economico e della spesa sanitaria hanno raggiunto livelli sbalorditivi anche in Italia.

In una ricerca italiana del 2010, condotta dall’Università Sant’Anna di Pisa, il costo annuo stimato dell’obesità risulterebbe essere di circa 8,3 miliardi di Euro, pari a circa il 6,7% della spesa sanitaria pubblica. Ipotizzando una vita media attesa della persona obesa di 75 anni, è stimabile in circa 100.000 euro aggiuntivi il costo sociale totale di un diciottenne obeso rispetto ad un coetaneo normopeso.

FAQ - DOMANDE FREQUENTI

 

Come devo fare per ricevere informazioni sulla visita con il Dott. Parisi?
Per informazioni è possibile contattare il numero 0744431025 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle 20:00
 
Il percorso successivo alla visita preliminare con il Dr. Parisi previsto all’interno del CMO – Centro Multidisciplinare per l’obesità dell’Azienda Ospedaliera di Terni è a pagamento?
No. In ogni caso, successivamente alla prima visita che avviene presso il Centro Prevenzione Donna, il percorso terapeutico e assistenziale è all’interno del Sistema Sanitario Nazionale.
 
Dove si trova il CMO – Centro Multidisciplinare per l’obesità?
Il CMO si trova a Terni, presso l’Azienda Ospedaliera “S.Maria” in Viale Tristano di Joannuccio; è facilmente raggiungibile in auto o tramite il trasporto ferroviario.
 
A chi è rivolto il percorso del CMO?
È rivolto a pazienti con obesità grave ma potenzialmente anche a pazienti in sovrappeso.
 
Qual è l’età idonea per il percorso previsto dal CMO?
L’età idonea per il percorso previsto dal CMO è dai 18 ai 65 anni.
 
Quali sono i servizi offerti dal CMO?
Il CMO offre un percorso che comprende i seguenti servizi ospedalieri:
Visite nutrizionali
Chirurgia bariatrica e metabolica
Chirurgia del diabete
Colloquio psicologico
Visita psichiatrica
Visite specialistiche: cardiologica, pneumologia, Epatologica, anestesiologica,Oculistica,Neurologica,Elettrofisiologica,Nefrologica, Specialista Vascolare, Endoscopista
 
Quali sono le tecnologie presenti all’interno della Sala Operatoria del CMO?
La sala operatoria dedicata alla chirurgia bariatrica è una sala operatoria ad altissima tecnologia audio – video integrata. All’interno del blocco operatorio sono presenti colonne laparoscopiche 2D – 3D e 4K ad ultra definizione. E’ presente il robot Da Vinci di ultima generazione. La sala operatoria è dotata di una grandissima tecnologia a disposizione che consente di poter effettuare in assoluta tranquillità e assoluta sicurezza tutti gli interventi di chirurgia bariatrica. Inoltre all’interno del blocco operatorio sono presenti dei lettini dedicati per la chirurgia bariatrica in grado di poter supportare un peso fino a 250 kg e al tempo stesso di poter muovere il paziente in sicurezza durante l’intervento.
 
C’è un percorso per dimagrire senza intervento chirurgico?
Si, il CMO offre un percorso nutrizionale e dietetico su misura per ogni paziente. E’ necessario però effetuare prima una visita preliminare con il Dr. Parisi.Per informazioni è possibile contattare il numero 0744431025 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle 20:00
 
Quali sono i tempi di attesa per la visita?
Brevi, si consiglia di contattare il numero 0744/431025 attivo dal Lunedì al Venerdì dalle ore 08:00 alle ore 20:00 per ulteriori dettagli.
 
Ho già effettuato un intervento di sleeve gastrectomy, è possibile un nuovo intervento?
È possibile rivalutare il suo caso e impostare il percorso più idoneo che può prevedere oltre ad una rivalutazione nutrizionale anche un nuovo intervento chirurgico di conversione della sleeve in bypass (redo surgery)
 
Vengono effettuati interventi di chirurgia estetica?
È possibile valutare da parte del Dr. parisi una chirurga di rimodellamento corporeo nei casi coperti dal Sistema Sanitario Nazionale.
 
Quanto costa una visita personale con il Dr. Parisi presso il Centro Prevenzione Donna?
Per informazioni su costi e modalità è necessario contattarci al numero 0744/431025 attivo dal Lunedì al Venerdì dalle ore 08:00 alle ore 20:00.
 
Come posso raggiungere il Centro Prevenzione Donna?
 
Il nostro centro che si trova in Via C. Bazzani, 14 a Terni, è facilmente raggiungibile tramite collegamento autostradale, ferroviario e aereo.
In Auto
Per chi arriva dal Nord: Autostrada del Sole (A1) direzione Roma, uscita Valdichiana, raccordo autostradale BETTOLLE-PERUGIA, superstrada E45 PERUGIA-TERNI.
Per chi arriva dal Sud: Autostrada del Sole (A1) direzione Firenze, uscita Orte, raccordo autostradale ORTE-TERNI.
Da Ancona: Tramite A14 – Autostrada Adriatica, Uscita Civitanova Marche – Macerata con successiva percorrenza della SS 77 Val di Chienti fino a Foligno e arrivo a Terni tramite SS3.
Da Viterbo: Percorrendo la S.S. 1bis fino ad Orte e poi proseguendo lungo il raccordo autostradale ORTE-TERNI.
Da Rieti: Attraverso la superstrada RIETI-TERNI
—————————————————————–
 
In Treno
Principali linee:
La principale linea ferroviaria che attraversa Terni è la ROMA-ANCONA.
I tempi di percorrenza dalla capitale sono di circa 1 ORA con Treni Regionali Veloci, Intercity e Freccia Bianca a tutte le ore della giornata compresi i festivi.Le stazioni di partenza e arrivo della capitale sono ROMA TERMINI e ROMA TIBURTINA.
Maggiori informazioni e prenotazione biglietti sul sito ufficiale di Trenitalia www.trenitalia.com
Altre linee:
TERNI – PERUGIA
TERNI-RIETI-L’AQUILA-SULMONA
—————————————————————–
 
FLIXBUS – Viaggio in Autobus
La città di Terni è attraversata anche dal principale servizio Autobus a livello nazionale erogato dalla compagnia FLIXBUS. Per gli orari consultare il sito web www.flixbus.it
—————————————————————–
 
In Aereo
La città di Terni non è dotata di un aeroporto, ma sono facilmente raggiungibili, con tempi di percorrenza di circa 1 ora i seguenti aeroporti:
Aeroporto Internazionale dell’Umbria “San Francesco d’Assisi” (88 Km. da Terni)
Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci – Fiumicino Roma (120 Km. da Terni)
 
 
Sono previste delle convezioni con strutture alberghiere per i familiari dei pazienti ricoverati presso il CMO?
Si, il CMO ha attivato delle convenzioni con le seguenti strutture alberghiere/Ricettive:
 
Hotel De Paris – Viale della Stazione, 52 Terni (TR) Tel. 074458047 – www.hoteldeparis.it/
 
LA CASA ROSA APPARTAMENTI – Viale B. Brin, 34 e zona ospedale Terni, Tel. 3203531544 (Sig. Marco) – 3203531640 (Sig.ra Annalisa) – Attivo il Servizio WhatsApp – www.lacasarosaappartamenti.it
Al momento della prenotazione è necessario comunicare alla struttura la visita presso il Centro prevenzione Donna o il ricovero del proprio familiare presso il CMO dell’Azienda Ospedaliera di Terni e successivamente consegnare il documento/ricevuta della visita o del ricovero rilasciato dal Centro.
 
E’ disponibile un servizio di trasporto presso il CMO ?
Si, oltre al servizio di trasporto pubblico effettuato da BUSITALIA Linea 3-5-6
Orari su www.fsbusitalia.it (linee regionali – Umbria – orari servizi urbani – Terni)
È possibile usufruire anche di un trasporto privato erogato dall’Associazione Green Tour che prevede transfer convenzionati con il CMO sia per il trasporto urbano che extraurbano con mezzo dedicato per le tratte Roma-Terni, Perugia-Terni, Ancona-Terni, Viterbo-Terni,Rieti-Terni, Arezzo-Terni, Siena-Terni.
Per prenotazioni contattare il numero 3425083067 oppure scrivere una e-mail a associazionegreentour@gmail.com

 

GUARDA LE TESTIMONIANZE DEI PAZIENTI

       

  Prenota una visita  

Tutte le indagini epidemiologiche concordano nell’evidenziare come l’obesità incrementi, in modo significativo, la morbilità e la mortalità riducendo qualità e durata della vita in modo significativo e ciò vale anche per l’obesità lieve (classe I, BMI 30-35 kg/m2) come recentemente sottolineato in un Position statement della ASMBS (American Society for Metabolic and Bariatric Surgery).

La proiezione dati Istat-HFA 2008, stima, in Italia:

  • 20 milioni di soggetti in sovrappeso
  • 6 milioni di persone obese
  • Almeno 1,5 milioni di obesi patologici potenzialmente destinati alla chirurgia bariatrica

Nonostante ciò, in Italia, ogni anno solo 7.000 pazienti candidabili a chirurgia bariatrica viene trattato chirurgicamente. E’ estremamente elevato quindi il numero di potenziali pazienti su cui potrebbe e dovrebbe essere praticata la chirurgia bariatrica.

Numerosi e prestigiosi studi clinici randomizzati internazionali hanno ormai sancito inequivocabilmente che la chirurgia bariatrica rappresenta la terapia più efficace per il trattamento dell’obesità (Gloy et al. BMJ 2013;347:f5934; Schauer et al. N Engl J Med. 2014 May 22;370(21):2002-13) e ciò anche per quello che concerne l’obesità di classe I. Tutto ciò associato al fatto che le più comuni ed efficaci tecniche di chirurgia bariatrica sono gravate da tassi di morbidità e mortalità inferiori a quelli di una colecistectomia laparoscopica o della appendicectomia laparoscopica (Diabetes Obes Metab. 2015 Feb;17(2):198-201).

A ciò si aggiunge il fatto che negli ultimi anni sono cresciute vertiginosamente le evidenze che dimostrano, in maniera altrettanto inequivocabile, che la chirurgia bariatrica ha un’efficacia superiore rispetto alla terapia medica convenzionale anche per ciò che riguarda la cura di tutte le comorbidità legate all’obesità, quali soprattutto il diabete mellito tipo 2.

Ciò è possibile grazie al fatto che alcune procedure di chirurgia bariatrica (ad esempio sleeve gastrectomy o bypass gastrico) inducono modificazioni, ben documentate, dell’asse neuro-ormonale gastrointestinale che hanno una profonda influenza positiva sull’omeostasi glucidica e sull’assetto glicometabolico del diabetico tipo 2 che sono indipendenti dalla perdita di peso e dalla restrizione calorica indotte dalla chirurgia stessa. Ciò ha portato a livello internazionale, ed in prticolare negli USA, alla nascita di una vera e propria nuova disciplina chirurgica, quella della chirurgia metabolica gastrointestinale, il cui scopo principale è quello di utilizzare le procedure di chirurgia bariatrica con l’intento primario di curare le comorbidità legate all’obesità ed al sovrappeso quali soprattutto il diabete mellito tipo 2, le malattie cardiovascolari, l’ipertensione, la sindrome delle apnee notturne nei soggetti obesi o in sovrappeso. Negli USA stanno nascendo sempre più reparti ospedalieri (come al Presbiterian Hospital di New York) interamente dedicati alla Chirurgia Metabolica (Rubino et al. Ann Surg. 2014 Jan;259(1):117-22). La nascita di questa nuova disciplina chirurgica ha la concreta potenzialità di rivoluzionare la terapia e la storia naturale di malattie come il diabete tipo 2, la cui cura è storicamente appannaggio dell’approccio medico farmacologico, non chirurgico. I tassi di remissione del diabete mellito tipo 2 (definiti come emoglobina glicata <6% + glicemia sotto-diagnostica per diabete in assenza di assunzione di farmaci antidiabetici) a 5 anni di follow-up dopo chirurgia bariatrica raggiungono infatti il 40-60% mentre risultano dello 0% nei pazienti trattati con terapia medica convenzionale (Mingrone et al. Lancet. 2015 Sep 5;386(9997):964-73). A ciò si aggiunge l’evidenza di una significativa riduzione dello sviluppo di complicanze micro e macro vascolari a 15 anni di follow-up nei pazienti trattati con chirurgia bariatrica piuttosto che con la terapia medica (Sjöström L et al. JAMA. 2014 Jun 11;311(22):2297-304). In sostanza quindi la chirurgia bariatrica è considerata ormai oggi tra le armi più efficaci a nostra disposizione per combattere il flagello mondiale rappresentato dal diabete mellito tipo 2 che è strettamente correlato all’obesità tanto che fino al 40-50% dei pazienti diabetici risultano essere anche obesi.

  Prenota una visita

LA SALA OPERATORIA DEDICATA ALLA CHIRURGIA BARIATRICA

In tale scenario, la struttura da me diretta è parte del Centro Multidisciplinare per la Cura e lo Studio dell’Obesità (CMO) dell’Ospedale di Terni in cui i pazienti obesi vengono seguiti e trattati a 360° da un equipe polispecialistica comprendente il chirurgo bariatrico, il dietologo, il nutrizionista, il diabetologo, lo psicologo e molte altre figure professionali, come raccomandato dalle linee guida internazionali. Presso il CMO vengono attualmente eseguite circa 200 procedure chirurgiche bariatriche all’anno comprendenti sleeve gastrectomy laparoscopiche e bypass gastrico robotico. A ciò si aggiunge la conduzione, in collaborazione con la struttura di diabetologia del Dr. Giuseppe Fatati e la diabetologia dell’ospedale Pertini di Roma, di uno studio clinico randomizzato, nel campo della chirurgia bariatrica e metabolica che si prefigge di confrontare sleeve gastrectomy laparoscopica versus terapia medica convenzionale per la cura del diabete in pazienti obesi, diabetici tipo 2 ma con una nuova diagnosi di diabete mellito tipo 2. Questo aspetto relativo alla esecuzione della chirurgia bariatrica alla diagnosi di diabete mellito tipo 2 e quindi il più precocemente possibile, rappresenta l’aspetto più innovativo dello studio a livello mondiale, e giustifica la grande attenzione che la comunità scientifica internazionale pone nei suoi confronti, in quanto questo studio rappresenta il primo trial randomizzato al mondo che si prefigge di valutare la chirurgia bariatrica come terapia di prima linea per il diabete tipo 2 in pazienti con obesità lieve-moderata (BMI compreso tra 30 e 42 kg/m2). Condizione questa della precocità dell’esecuzione della terapia bariatrica in pazienti diabetici che ci permette, nel nostro studio, di prevedere tassi di remissione del diabete tipo 2 pari addirittura all’80-90% a 6 anni di follow-up, tale è infatti la durata dello studio a cui si aggiungono un massimo di 3 anni per il reclutamento dei pazienti. Lo studio, denominato ESINODOP (Early Sleeve Gastrectomy In New Onset Diabetic Obese Patients) è risultato vincitore di un grant di ricerca competitivo negli USA pari a circa 1 milione di dollari da parte della Ethicon Endo-Surgery, società sussidiaria della multinazionale Jhonson & Jhonson. Per questo la nostra struttura partecipa routinariamente ad attività scientifica, in questo campo della chirurgia metabolica e bariatrica, a livello internazionale.