Direttore Sanitario: Dott.ssa Antonella Paolucci

Orario apertura : Lun-Ven / 9:00-20:00
  Contatti : 0744.431025

Artrosi eccentrica e concentrica

  1. Di cosa si tratta?

L’artrosi è una patologia degenerativa che progressivamente distrugge il rivestimento esterno (cartilagine articolare) dell’osso sia dell’omero che della scapola. Quando la cartilagine degenera, diventa ruvida e progressivamente scompare, lo spazio articolare presente tra le ossa della spalla diminuisce fino a farle toccare. Durante il movimento, le ossa dell’articolazione vanno a contatto l’una contro l’altra generando dolore. L’ artrosi di solito coinvolge le persone di età superiore ai 50 anni; le cause più frequenti sono: la lesione massiva della cuffia dei rotatori, l’artrite reumatoide, gli esiti di frattura dell’omero o della glena e la necrosi avascolare della spalla.

  1. Come influenza la mia vita quotidiana?

L’artrosi glenomerale è una patologia particolamente invalidante in quanto il nostro corpo, per una forma di difesa contro il movimento doloroso della spalla inizia un processo di neoapposizione ossea formando quelli che vengono chiamati osteofiti che hanno la funzione di bloccare progressivamente il movimento articolare. I sintomi principali di questa patologia sono il dolore e la perdita del movimento a cui si associa di riflesso il deficit di forza.

  1. Esistono trattamenti conservativi?

Come per altre condizioni artritiche, il trattamento iniziale dell’artrosi della spalla è non chirurgico. Si possono raccomandare le seguenti opzioni di trattamento: Riposare o cambiare attività per evitare provocazioni del dolore. Esercizi di terapia fisica possono migliorare i ROM della spalla. I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l’aspirina o l’ibuprofene, possono ridurre l’infiammazione e il dolore.  Le iniezioni di corticosteroidi nella spalla possono ridurre drasticamente l’infiammazione e il dolore. L’applicazione locale di ghiaccio per 20-30 minuti due o tre volte al giorno può ridurre l’infiammazione e alleviare il dolore. Gli integratori alimentari possono contribuire ad alleviare il dolore.

  1. È necessario l’intervento chirurgico?

Si può prendere in considerazione la chirurgia se il dolore causa disabilità e non è alleviato con opzioni non chirurgiche. Le opzioni di chirurgia di sostituzione includono: Emiartroplastica: Viene sostituita solo la testa dell’omero da una componente artificiale. Artroprotesi totale della spalla: sia la testa dell’omero che la glena vengono sostituiti. Uno spessore di plastica (polietilene) viene inserita nella glenoide mentre una sfera metallica sostituisce la parte superiore dell’omero. Protesi inversa: in una sostituzione inversa della spalla la sfera di metallo è fissata alla glenoide mentre la parte concava è fissata all’estremità superiore dell’omero. Quest’ultima procedura viene indicata nei pazienti con lesioni massive irreparabili della cuffia dei rotatori.